Single Blog Title

This is a single blog caption

Aree degradate: in arrivo 194 milioni di euro

1_mod E’ stato pubblicato nei giorni scorsi sulla Gazzetta ufficiale il bando per le periferie degradate: i comuni avranno a disposizione 194 milioni di euro da oggi ai prossimi tre anni per  realizzare gli interventi per la riqualificazione delle aree. In particolare gli interventi dovranno essere diretti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale, senza però consumare ulteriore suolo. Potranno partecipare solo i comuni o le aggregazioni temporanee di comuni che possiedono un’area degradata, sulla base dei valori dell’indice di disagio giovanile (definito da quattro fattori, il tasso di disoccupazione, il tasso di occupazione, il tasso di concentrazione giovanile ed il tasso di scolarizzazione) e dell’indice di disagio edilizio (definito sulla base dello stato di conservazione degli edifici). Ad esempio, i progetti finanziabili potranno riguardare interventi di:

  • Riqualificazione di beni pubblici o privati anche di valore storico o artistico con riferimento al miglioramento della qualita’ del decoro urbano
  • Potenziamento e adeguamento di infrastrutture e/o sviluppo di servizi volti a sostenere l’attrattivita’ della scuola e l’orientamento formativo dei giovani, ivi comprese idonee attrezzature per i disabili
  • Riqualificazione, potenziamento e adeguamento di beni pubblici o privati e/o all’attivazione di servizi volti ad assicurare la protezione e l’accoglienza di adulti e minori vittime di violenza, tratta, sfruttamento e abusi sessuali;
  • Riqualificazione, potenziamento e adeguamento di beni pubblici o privati e/o all’attivazione di servizi di mediazione culturale volti alla riduzione della marginalita’ e del disagio anche della popolazione immigrata;
  • Riqualificazione, potenziamento e adeguamento di beni pubblici o privati e/o all’attivazione di servizi per le esigenze della famiglia, per la cura dei bambini e degli anziani;
  • Riqualificazione, potenziamento e adeguamento di beni pubblici o privati rivolti a garantire la sicurezza e salubrita’ dell’abitare, il risparmio energetico, la mobilita’ alternativa, il ciclo virtuoso dei rifiuti, la sostenibilita’ ambientale complessiva degli interventi;
  • Riqualificazione, potenziamento e adeguamento di beni pubblici o privati volti a stimolare l’insediamento di nuove attivita’ imprenditoriali giovanili.

Per ciascun progetto il finanziamento non potrà essere inferiore a 100 mila euro e non potrà superare l’importo massimo di 2 milioni di euro. La presentazione del progetto, che può prevedere anche il coinvolgimento di privati, dovrà essere inviata entro il 30 novembre 2015. Se siete interessati a presentare un progetto simile a quelli elencati o siete alla ricerca di un’idea per intervenire sull’area da riqualificare, il team dell’Area Progettazione è a vostra disposizione per fornirvi un supporto specialistico anche per la partecipazione al bando.

Translate »