Single Blog Title

This is a single blog caption

Efficienza energetica: lo stato di fatto dal rapporto ENEA

ENEA indice efficienza

L’ENEA ha presentato nei giorni scorsi il terzo “Rapporto Annuale sull’Efficienza Energetica”, che analizza i risparmi energetici conseguiti in seguito all’applicazione del Piano di Azione Nazionale per l’Efficienza Energetica (PAEE) e della Strategia Energetica Nazionale (SEN), passando in rassegna le misure di miglioramento dell’Efficienza Energetica.

L’applicazione delle misure previste dal PAEE ha consentito, nel 2012, un risparmio energetico complessivo di circa 75.000 GWh/anno, 30% in più rispetto al 2011, raggiungendo il 60% dell’obiettivo fissato dal PAEE per il 2016.

I settori che hanno maggiormente contribuito a questo risultato, soprattutto  negli ultimi anni,  sono l’industria e il residenziale. Questi due settori insieme rappresentano l’80% del risparmio totale conseguito.
Nel residenziale è stato raggiunto il 75% degli obiettivi del PAEE, grazie alla proroga delle detrazioni fiscali del 55%, che hanno dato luogo soprattutto ad  interventi di recupero e riqualificazione degli edifici, che hanno riguardato oltre il 65% degli investimenti, per un risparmio di circa 9.000 GWh/anno.
A livello regionale è stato elaborato un Indice di Penetrazione delle Politiche di Efficienza Energetica (rappresentato in figura): i valori più alti si hanno in  Trentino Alto Adige, Piemonte ed Emilia Romagna; la Lombardia si trova all’ottavo posto.

Giovanni Lelli, Commissario dell’ENEA, ha dichiarato che “una maggiore razionalizzazione dei consumi e la riduzione degli sprechi, a partire dalla Pubblica Amministrazione, offrono enormi potenzialità di risparmio”.
Voi cosa intendete fare per migliorare l’efficienza energetica nel vostro Comune? Contattateci per scoprire le opportunità di finanziamento aperte e per un preventivo sulla progettazione degli interventi!ENEA indice efficienza

L’ENEA ha presentato nei giorni scorsi il terzo “Rapporto Annuale sull’Efficienza Energetica”, che analizza i risparmi energetici conseguiti in seguito all’applicazione del Piano di Azione Nazionale per l’Efficienza Energetica (PAEE) e della Strategia Energetica Nazionale (SEN), passando in rassegna le misure di miglioramento dell’Efficienza Energetica.

L’applicazione delle misure previste dal PAEE ha consentito, nel 2012, un risparmio energetico complessivo di circa 75.000 GWh/anno, 30% in più rispetto al 2011, raggiungendo il 60% dell’obiettivo fissato dal PAEE per il 2016.

I settori che hanno maggiormente contribuito a questo risultato, soprattutto  negli ultimi anni,  sono l’industria e il residenziale. Questi due settori insieme rappresentano l’80% del risparmio totale conseguito.
Nel residenziale è stato raggiunto il 75% degli obiettivi del PAEE, grazie alla proroga delle detrazioni fiscali del 55%, che hanno dato luogo soprattutto ad  interventi di recupero e riqualificazione degli edifici, che hanno riguardato oltre il 65% degli investimenti, per un risparmio di circa 9.000 GWh/anno.
A livello regionale è stato elaborato un Indice di Penetrazione delle Politiche di Efficienza Energetica (rappresentato in figura): i valori più alti si hanno in  Trentino Alto Adige, Piemonte ed Emilia Romagna; la Lombardia si trova all’ottavo posto.

Giovanni Lelli, Commissario dell’ENEA, ha dichiarato che “una maggiore razionalizzazione dei consumi e la riduzione degli sprechi, a partire dalla Pubblica Amministrazione, offrono enormi potenzialità di risparmio”.
Voi cosa intendete fare per migliorare l’efficienza energetica nel vostro Comune? Contattateci per scoprire le opportunità di finanziamento aperte e per un preventivo sulla progettazione degli interventi!ENEA indice efficienza

L’ENEA ha presentato nei giorni scorsi il terzo “Rapporto Annuale sull’Efficienza Energetica”, che analizza i risparmi energetici conseguiti in seguito all’applicazione del Piano di Azione Nazionale per l’Efficienza Energetica (PAEE) e della Strategia Energetica Nazionale (SEN), passando in rassegna le misure di miglioramento dell’Efficienza Energetica.

L’applicazione delle misure previste dal PAEE ha consentito, nel 2012, un risparmio energetico complessivo di circa 75.000 GWh/anno, 30% in più rispetto al 2011, raggiungendo il 60% dell’obiettivo fissato dal PAEE per il 2016.

I settori che hanno maggiormente contribuito a questo risultato, soprattutto  negli ultimi anni,  sono l’industria e il residenziale. Questi due settori insieme rappresentano l’80% del risparmio totale conseguito.
Nel residenziale è stato raggiunto il 75% degli obiettivi del PAEE, grazie alla proroga delle detrazioni fiscali del 55%, che hanno dato luogo soprattutto ad  interventi di recupero e riqualificazione degli edifici, che hanno riguardato oltre il 65% degli investimenti, per un risparmio di circa 9.000 GWh/anno.
A livello regionale è stato elaborato un Indice di Penetrazione delle Politiche di Efficienza Energetica (rappresentato in figura): i valori più alti si hanno in  Trentino Alto Adige, Piemonte ed Emilia Romagna; la Lombardia si trova all’ottavo posto.

Giovanni Lelli, Commissario dell’ENEA, ha dichiarato che “Una maggiore razionalizzazione dei consumi e la riduzione degli sprechi, a partire dalla Pubblica Amministrazione, offrono enormi potenzialità di risparmio”.
Voi cosa intendete fare per migliorare l’efficienza energetica nel vostro Comune? Contattateci per scoprire le opportunità di finanziamento aperte e per un preventivo sulla progettazione degli interventi!

Translate »