Single Blog Title

This is a single blog caption

Piano di emergenza comunale: partire dalla conoscenza

Il Piano di emergenza comunale: strumento di prevenzione

Tra le quattro attività di Protezione Civile (previsione, prevenzione, soccorso, superamento dell’emergenza), il Piano di emergenza comunale si colloca nell’ambito della prevenzione.

Trescore_Balneario_Piano_di_Emergenza_Comunale

Una buona gestione dell’emergenza è possibile se le operazioni sono preventivamente organizzate ed attuate in regime di conoscenza dei comportamenti da assumere.

Oltre a dotarsi di un Piano di emergenza comunale, perciò, ogni amministrazione dovrebbe impegnarsi nel conoscere lo strumento e nel diffondere le informazioni presso la cittadinanza.

L’esempio del Comune di Trescore Balneario

Weproject ha concluso alla fine del 2017 la redazione del Piano di Protezione Civile del Comune di Trescore Balneario (Bergamo). L’attività non si è conclusa, però, con la consegna del Piano.

Con il nuovo anno si è proseguito con una serie di attività, iniziate a novembre 2017, volte a fare in modo che il Piano sia uno strumento “vivo”, conosciuto e realmente utile al territorio.

La prima attività del nuovo anno si è svolta con una presentazione dei contenuti del Piano agli amministratori, che per primi sono chiamati ad intervenire sia in ambito di prevenzione che di gestione e superamento dell’emergenza. Prima della consegna, il documento era già stato presentato e condiviso con il gruppo di protezione civile e con la polizia locale.

I prossimi incontri, dopo l’approvazione in Consiglio Comunale, saranno rivolti alla cittadinanza: il primo sarà per tutta la popolazione, mentre i successivi saranno  dedicati agli abitanti delle zone soggette a maggiori rischi.

Oltre che con incontri pubblici, i contenuti del Piano e i comportamenti da tenere in caso di emergenza saranno diffusi tramite la distribuzione di una brochure cartacea e per mezzo uno strumento innovativo, la crowmap. Sul sito internet del Comune verrà pubblicata una mappa condivisa e interattiva che consente a tutti i cittadini di visualizzare le aree di attesa, di ricovero, le strutture strategiche, di spostarsi all’interno del territorio comunale e di accedere a informazioni di dettaglio su ogni elemento rappresentato in mappa. Ad esempio, ad ogni area di attesa è associato l’elenco delle vie che fanno riferimento a tale area, in modo che ogni abitante sappia qual è l’area in cui deve recarsi in base al propria residenza.

Un ulteriore passo potrebbe essere quello di installare della cartellonistica che indichi quali sono le aree di attesa del territorio, in modo che siano ben riconoscibili e sempre visibili.

Il mese di febbraio, in cui Weproject effettuerà sopralluoghi sul territorio per la redazione di schede di dettaglio di ogni area di attesa, si caratterizzarà anche per lo svolgimento di una esercitazione di Protezione Civile svolta dal gruppo comunale e dall’Associazione di Protezione Civile che operano sul territorio.

Ulteriori informazioni sul Piano di Emergenza Comunale si possono trovare qui.

 

Translate »